(nuovo)Partito comunista italiano
Commissione Provvisoria del Comitato Centrale
Email: lavocenpci40@yahoo.com
Delegazione: BP3 4, rue LÚnine
93451 L’╬le St Denis (Francia)
Email: delegazionecpnpci@yahoo.it

Resistere all’offensiva terroristica della borghesia imperialista contro le classi sfruttate dei paese imperialisti e contro i popoli oppressi!

Comunicato del 21 luglio 2005
 
 
testo del comunicato compresso Zip
Il testo del comunicato
del 21 luglio 2005
in formato Open Office

Martedý 19 luglio all’alba alla periferia di Parigi la polizia politica, l’oramai tristemente nota DNAT (Direzione Nazionale Anti Terrorismo), ha fatto irruzione nelle case di alcuni membri dell’Associazione per la Difesa di uno Spazio Europeo di LibertÓ (ADEEL) e di alcuni collaboratori e simpatizzanti della Delegazione della CP, fondata nel 2004 dai compagni G. Maj e G. Czeppel durante l’anno di confino subito nella zona di Parigi. La DNAT ha perquisito, sequestrato materiale informatico e di propaganda e fermato alcuni compagni: mentre scriviamo un giovane universitario italiano, Antonio A. D’Arcangeli, Ŕ ancora nelle mani della DNAT senza contatti nÚ con famigliari nÚ con avvocati.

L’operazione di martedý, espressamente diretta contro il (n)PCI, si aggiunge alle molte operazioni repressive che la borghesia imperialista conduce in questo periodo in tutti i paesi della UE contro i comunisti e altri oppositori politici, contro i sindacalisti combattivi e contro i lavoratori immigrati in particolare arabi e musulmani, all’insegna della sua cosiddetta “guerra contro il terrorismo”. Un stillicidio di operazioni che a chi ne ha memoria ricordano l’arbitrio brutale e la truce arroganza con cui la GESTAPO e la Milizia fascista spadroneggiavano fin quando alle loro tristi imprese posero fine le forze democratiche e la Resistenza con la vittoria di cui in aprile e maggio abbiamo festeggiato il 60░ anniversario.

Questa ondata repressiva e terroristica che si abbatte sulle masse popolari europee Ŕ il risvolto e l’accompagnamento politico dell’offensiva generale che la borghesia imperialista europea sta conducendo in ogni campo contro le conquiste di civiltÓ e benessere, contro i diritti democratici giÓ conquistati, contro le condizioni di vita e di lavoro, contro i posti di lavoro degli operai e dei proletari dei paesi imperialisti e della politica di aggressioni, massacri e saccheggi a cui essa partecipa contro i paesi oppressi (Iraq, Palestina, Afghanistan in primo luogo). ╚ insomma il lato politico del regime terroristico che la borghesia imperialista sta instaurando sulle classi sfruttate e sui popoli oppressi.

Il (n)PCI chiama alla solidarietÓ politica, morale ed economica verso ogni compagno, ogni membro delle masse popolari e ogni organismo preso a bersaglio dalla soldataglia della borghesia imperialista. Chiama tutti ad esprimere in qualche modo, nelle forme per ognuno pi¨ adatte al suo stato, la denuncia e la protesta contro ogni manifestazione dell’ondata di repressione e di terrore che si abbatte sulle masse popolari dei paesi imperialisti e contro la guerra, i massacri e i saccheggi che la borghesia imperialista conduce in Iraq, in Palestina, in Afghanistan e in altri paesi oppressi: sono aspetti diversi ma inseparabili dell’offensiva generale che la borghesia imperialista europea e americana conduce contro le classi sfruttate e i popoli oppressi in tutto il mondo. La borghesia imperialista sta imponendo nel mondo un clima e un sistema di terrore e di superstizione, di arbitrio poliziesco e padronale, di repressione e di guerra. Dobbiamo resistere, opporci con tutte le forze e nei modi pi¨ efficaci a questa offensiva, unire sempre pi¨ le nostre forze a livello di ogni paese e a livello internazionale.

Non a caso il (n)PCI occupa un posto d’onore tra i bersagli dell’offensiva della borghesia imperialista. L’operazione di martedý contro la Delegazione della CP fa seguito all’oscuramento simultaneo dei due siti internet del Partito (www.lavoce.freehomepage.com e www.nuovo-pci.com) e agli arresti di maggio dei due membri del Partito ancora oggi detenuti con pretesti futili sul piano legale: una detenzione non solo illegittima, ma anche illegale.

La posizione occupata dal (n)PCI nell’offensiva attuale smentisce le varie teorie che sminuiscono il significato della repressione sistematica con cui da pi¨ di 20 anni a questa parte la borghesia imperialista cerca di impedire la ricostruzione del partito comunista. Conferma l’importanza decisiva della rinascita del movimento comunista e del consolidamento e rafforzamento del Partito comunista ai fini del giusto orientamento della resistenza delle masse popolari e dell’esito finale della guerra di classe in corso tra la borghesia imperialista e le masse popolari nel nostro paese come nel resto del mondo.

La borghesia imperialista allarga e allargherÓ sempre pi¨ il fronte della guerra terroristica in corso. I suoi interessi e le sue abitudini la fanno nemica di tutta l’umanitÓ. La vittoria finale sarÓ delle classi sfruttate e dei popoli oppressi. Essi porranno fine all’ordinamento sociale capitalista e al sistema imperialista mondiale.

Che ognuno, nelle forme pi¨ efficaci di cui Ŕ capace, insorga contro questa offensiva terroristica di guerra, di repressione, di miseria, di massacri e di barbarie scatenata dalla borghesia imperialista. Che ognuno si organizzi con i suoi compagni e con i suoi vicini, si mobiliti a denunciare e protestare contro la borghesia imperialista e dia il suo contributo alla mobilitazione rivoluzionaria delle masse popolari contro la borghesia imperialista.

La CP chiede ai collaboratori e simpatizzanti della Delegazione di continuare meglio possibile la loro attivitÓ nonostante la repressione, di non cedere alla repressione e di raccogliere nuove forze.

Riprendere, aggiornare e continuare le esperienze della Resistenza contro il fascismo!

Contribuire alla rinascita del movimento comunista!

Arruolarsi nella struttura clandestina del (n)PCI per fare dell’Italia un paese socialista!

Costituire in ogni azienda, zona d’abitazione e organizzazione di massa un comitato clandestino del (nuovo)Partito comunista italiano!

Classi sfruttate e popoli oppressi di tutto il mondo, uniamoci per creare un nuovo ordinamento sociale e un nuovo sistema di relazioni internazionali!